Poesia della sera

908c8861-98c3-4577-a7b9-f1ae345d5c01

Sostrato suburbano

di Maria Cristina Dessì

 

Aspetto il filobus,

sulla strada di un mondo

macchiato di nuovo

Materie diverse,

in differenti forme di vita

sostrato suburano

ciniche manifestazioni d’interesse,

il ritmo rallenta

poi cambia

poi muore

e la notte alza il sipario

stanca d’aver oziato lungamente.

I vagoni deviano il corso

d’un esistenza smarrita,

impacciata nel freddo inverno consolatore

refugium di vizi umani mai sopiti.

Il cuore si muove

dispera e poi torna,

crolla e si adagia

nel tempore di un’incertezza assicurata.

Gli umani discorrono

muovono braccia

esprimono volontà

e con la facilità 

aliena e incredibile

di strateghi scafati

ottengono sentimenti

primeggiano negli affari

e mi ritagliano

una sagoma ingombrante

che cerco di cancellare

nel caldo marciume

d’una sigaretta accesa.

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s