Il matrimonio “riciclato”

Quando l’amore è eco-friendly

Anche i cavallucci marini conoscono ormai i cotton-fioc

L’inquinamento dovuto alla plastica sta diventando uno dei più seri problemi ambientali, ce lo ripetono quotidianamente i notiziari televisivi, i giornali, i mass media. Si sta facendo di tutto per sensibilizzare al massimo enti governativi e consumatori su questo tema scottante, ed è giusto resposabilizzarci tutti noi in prima persona a cominciare dalla raccolta differenziata. Lo sa bene una deliziosa coppia del Queensland che ha approfittato delle iniziative di riciclo della propria regione per fare bene all’ambiente e -simpaticamente- autofinanziarsi le spese per il proprio matrimonio. Nel Queensland infatti esistono dei punti di conferimento di plastica e lattine dove i cittadini possono guadagnare 10 centesimi per ogni contenitore di plastica raccolto.

Leonie Starr e Matthew Porter
Leonie Starr e Matthew Porter

Leonie Starr e Matthew Porter, questi i nomi dei promessi sposi, ripulendo spiagge, parchi e strade del loro paese, l’Australia, sono riusciti finora a riciclare -udite udite- più di 121.000 contenitori rimediando la notevolissima somma di 12.000$. Attendiamo con curiosità quindi di vedere quanto sarà green il matrimonio dei due giovani australiani. Nel frattempo noi della redazione non possiamo fare altro che congratularci con loro per la bella iniziativa e per il loro imminente matrimonio.

Iniziative simili in Italia

Anche in Italia si può riciclare risparmiando.

Se sognate anche voi un mondo più pulito e volete approfittarne anche per risparmiare qualche euro, bè sappiate che tutto ciò in Italia è già possibile. Cittadini e consumatori possono approfittare delle iniziative indette da alcune grandi catene di supermercati come ad esempio: Conad, Coop, Sigma, Naturasì, Unes ecc. In questi punti vendita esistono apposite macchinette dove conferire i contenitori uno alla volta. Al termine dell’operazione la macchinetta eroga un buono sconto che può essere utilizzato dei punti vendita aderenti.
A Roma l’Atac ha indetto un’iniziativa analoga per accumulare crediti per acquistare biglietti per la metropolitana. Occorrono trenta contenitori di plastica per poter acquistare un biglietto della metropolitana. Sembra però che a causa del conferimento effettuato in maniera errata, le macchinette si siano bloccate dopo appena due giorni…

Link Utili

Maria Cristina Dessì

One comment

  1. Wow che miti!
    Anch’io sono preoccupata per questa plastica che ci ha invaso. Nel mio piccolo cerco di non comprare cibo con troppa plastica, troppi involucri. Poi bevo solo acqua del rubinetto 😅 e già questo mi fa star meglio !! Comunque sembra che non basti mai 😒

    Liked by 2 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s