Poesia della sera

908c8861-98c3-4577-a7b9-f1ae345d5c01

Sostrato suburbano

di Maria Cristina Dessì

 

Aspetto il filobus,

sulla strada di un mondo

macchiato di nuovo

Materie diverse,

in differenti forme di vita

sostrato suburano

ciniche manifestazioni d’interesse,

il ritmo rallenta

poi cambia

poi muore

e la notte alza il sipario

stanca d’aver oziato lungamente.

I vagoni deviano il corso

d’un esistenza smarrita,

impacciata nel freddo inverno consolatore

refugium di vizi umani mai sopiti.

Il cuore si muove

dispera e poi torna,

crolla e si adagia

nel tempore di un’incertezza assicurata.

Gli umani discorrono

muovono braccia

esprimono volontà

e con la facilità 

aliena e incredibile

di strateghi scafati

ottengono sentimenti

primeggiano negli affari

e mi ritagliano

una sagoma ingombrante

che cerco di cancellare

nel caldo marciume

d’una sigaretta accesa.

 

 

Interessanti proposte editoriali: Daniela Iannone

Cari lettori,

causa chiusura per le varie festività natalizie, le noste attività e gli articoli si sono ridotti, ma con l’anno nuovo è ora di rimettersi in pista. Siamo molto felici oggi di proporvi un nuovo nome che ci è stato segnalato nel panorama editoriale nostrano, in particolar modo nell’ambito del genere thriller, crime story (insomma i nostri preferiti). Si tratta della scrittrice Daniela Iannone, è infatti appena uscita la terza ristampa dei suoi tre volumi editi dal Gruppo Albatros Il Filo, reperibili anche online su IBS ed Amazon. Ecco i titoli:

contentIl volto dello specchio – (prima edizione 2005, ISBN 8856796015, 9788856796018).
Prima Elena. Poi Margot. Due morti collegate al filo della prostituzione e un caso difficile per l’ispettore Valerio Cordaro. Tra gli indiziati un insospettabile onorevole, un giovane poliomielitico e un meccanico violento, coinvolti in un giro a luci rosse, come il sangue delle vittime. Ne “Il volto dello specchio” corrono paralleli i nodi dell’indagine, da sciogliere, e i chiaroscuri della natura sessuale di Cordaro, destinati, forse, a essere risolti. Un thriller in cui la realtà si mostra molteplice e poliedrica come le facce del cubo di Rubik: vari colori si mescolano per poi ricomporsi in un ordine armonico.

contentIl veleno dei santi – (prima edizione 2015, ISBN 8856773325, 9788856773323).
Fin dai primi rilievi era subito apparso evidente che l’omicidio della giovane Irene Padovani avesse qualcosa di diverso dai casi di ordinaria amministrazione: nessuna traccia di violenza sessuale, morte avvenuta per avvelenamento, ma presenza di una vistosa ferita alla testa. Il commissario Cordaro, con l’aiuto dell’ispettore Cruciani, inizia a scavare nelle abitudini della ragazza e scopre che era solita passare il tempo a chattare con persone sconosciute, una delle quali, probabilmente, le aveva dato appuntamento poche ore prima della sua morte. Quando, pochi giorni dopo, un’altra giovane viene uccisa in circostanze analoghe, il commissario inizia a sospettare la presenza di un serial killer, che sceglie le sue vittime in base a un sistema molto singolare. Pian piano, ogni tassello del mosaico inizia a trovare il suo posto, rivelando un disegno tanto ingegnoso quanto spietato; nel frattempo, una presenza inquietante inizia a minacciare lo stesso commissario, rischiando di mettere in pericolo anche le persone a lui vicine…

liebeLiebesträume. Sogno d’amore – (prima edizione 2016, ISBN 8856796023, 9788856796025).
La fitta coltre di nebbia che impediva di vedere il cielo, a qualsiasi ora del giorno, era davvero insolita. C’era chi lavorava tutto il giorno in miniera e quindi non ci faceva caso, chi scrollava le spalle non curandosene e c’era una vecchina che con le sue carte aveva letto che il colore che l’aria aveva da un mese fosse senza ombra di dubbio un cattivo presagio. Qualcosa di terribile stava per succedere nel castello di Cassano D’Adda, i Tarocchi dicevano sempre la stessa cosa: sangue e dolore. Ma anche se si sapeva a chi sarebbe successo, il corso ineluttabile del destino non si poteva cambiare, non si poteva fare nulla. Nella nebbia si celava la malvagità e l’avidità di un uomo crudele e la commovente storia d’amore senza tempo della contessina Miranda Varriale e del giovane Laerte. Passato e presente si intrecciano, un incubo si trasforma in un sogno d’amore che, nelle dolci note melodiche e romantiche di “Liebesträume” suonato al pianoforte, ci riporta nell’Ottocento anche se si dovrà aspettare oltre centocinquanta anni perché il sogno si realizzi.

Qualcosa in più sull’autrice:  – “Scrittrice, sceneggiatrice, costruttrice di sogni. Amo Londra e tutto ciò che è british. Il buon cibo”. Se volete conoscere meglio Daniela Iannone ed essere informati su eventuali nuove uscite, vi invitiamo a seguire il suo profilo Instagram @daniela_iannone_writer

 

Maria Cristina Dessì

 

Idee regalo sullo scaffale.

E’ dicembre, cari lettori, e va da sè che l’atmosfera natalizia è ormai trionfale. Che vi piaccia o no, le città lucciccano di mille colori e le strade ed i negozi iniziano ad animarsi, l’aria si fa frizzantina e proprio mentre vi state godendo il tepore casalingo, ricordate di dover provvedere ancora alle varie strenne per la vostra famiglia, mariti mogli, figli, fidanzati… Conosciamo bene quella vaga, vaghissima, sensazione di panico. Non preoccupatevi, è capitato a tutti. Noi, da parte nostra, sperando di aiutarvi, abbiamo pensato a qualche proposta editoriale tra quelle che abbiamo più apprezzato e ci hanno incuriosito, dalle ultime uscite ai titoli per appassionati. Perchè regalare un libro è sempre un gesto d’amore.

9788806237615L’assassinio del commendatore, Libro Primo, Idee che affiorano – Murakami Haruki, Einaudi (€20,00)
Naturalmente Murakami non ha bisogno di presentazioni, ma per chi ama le letture di classe, in bilico tra la suspence, il thriller, e tutti i geni ispiratori di Murakami: da Kubrik, a Stephen King, passando per i demoni rinchiusi in soffitta di Oscar Wilde. Per chi è un estimatore di Murakami, ed è curioso di leggere la sua ultima “fatica”, anche se forse, non la più brillante, per chi non lo conosce ma ha voglia di un intrattentimento di classe, perchè non pensare a questa opera come regalo? In uscita dal 29 gennaio 2019 il Libro Secondo
SINOSSI:
Una borsa con qualche vestito e le matite per disegnare. Quando la moglie gli dice che lo lascia, il protagonista di questa storia non prende altro: carica tutto in macchina e se ne va di casa. Del resto che altro può fare? Ha trentasei anni, una donna che l’ha tradito, un lavoro come pittore di ritratti su commissione che porta avanti senza troppa convinzione dopo aver messo da parte ben altre aspirazioni artistiche, e la sensazione generale di essere un fallito. Cosí inizia a vagabondare nell’Hokkaidō, tra paesini di pescatori sulla costa e ryōkan (le tipiche pensioni a conduzione famigliare giapponesi) sulle montagne. Finché un vecchio amico gli offre una sistemazione: potrebbe andare a vivere nella casa del padre, lasciata vuota da quando questi è entrato in ospizio in preda alla demenza senile. Il giovane ritrattista accetta, anche perché il padre dell’amico è Amada Tomohiko, uno dei pittori piú famosi e importanti del Giappone: abitare qualche tempo nella casa che fu sua, per quanto isolata in mezzo ai boschi, è una tentazione troppo forte. Quando si trasferisce lí, il nostro protagonista capisce che la sua decisione ha dato il via a una serie di eventi che cambieranno per sempre la sua vita… anzi, la sua realtà. Prima lo intuisce quando scopre un quadro che Amada Tomohiko aveva nascosto nel sottotetto subito dopo averlo dipinto, molti decenni prima: è una scena misteriosa e apparentemente indecifrabile, che però trasuda una violenza maligna e indicibile. Poi ne avrà la certezza quando, una notte, sente il suono flebile eppure inconfondibile di una campanella provenire dal folto del bosco. Facendosi coraggio decide di seguire quel suono che sembra aver attraversato dimensioni sconosciute: dietro un piccolo tempio abbandonato, in mezzo agli alberi, c’è un tumulo di pietre. C’è davvero qualcuno – o qualcosa – che agita una campanella lí sotto? L’assassinio del Commendatore (di cui questo Idee che affiorano è il primo volume) è il grandioso ritorno di Murakami Haruki alle atmosfere fantastiche e sospese di 1Q84: un’indagine sulla forza riparatrice dell’arte e quella distruttrice della violenza; su come sopravvivere ai traumi individuali (ad esempio la fine di un amore) e a quelli collettivi (una guerra, un disastro); sul fare tesoro della propria fragilità e diventare ciò che si è. «Murakami dipinge l’abisso interiore del suo protagonista con movimenti circolari, mettendo in scena un gioco, profondo non meno che arguto, di specchi e doppi, magia e realtà, mistero e indagine psicologica». «Rolling Stone» «Ne L’assassinio del Commendatore il genio di Murakami si muove magistrale tra realtà e allucinazione». «Der Spiegel»

51Vww+f0EFL._SX367_BO1,204,203,200_Guida alla letteratura fantastica – C. Asciuti, Odoya Editore (€36,00 pagine 878)
Per gli appassionati di letteratura fantasy o semplicemente per chi non ne sa nulla ma è curioso, un interessante ed esauriente saggio corredato da bellissime illustrazioni che ci conduce attraverso la storia della letteratura fantastica. Un viaggio, alla scoperta dei miti e delle leggende del passato attraverso tradizioni e credenze secolari, da cui molte opere del genere fantasy hanno attinto, sviluppando nuovi temi ed interpretazioni, da Tolkien in poi.
SINOSSI: Il mondo del fantastico è un insieme ribollente di immagini e concetti, un groviglio di figure e stili, un universo fatto di mondi arcaici e imperi scomparsi, eroi e draghi, spettri ed entità non umane, oggetti misteriosi e animali incredibili. La Letteratura fantastica prevede eventi, oggetti, immagini che non appartengono al mondo come viene comunemente inteso; spesso incrocia il soprannaturale e l’horror, si nutre d’avventura, prende in considerazione i vecchi manieri quanto le moderne metropoli, ma tutto descrive con un suo linguaggio. Questa guida prende innanzitutto in considerazione il vasto patrimonio della fantasia eroica, scovandone le origini nei miti sumeri e nei poemi omerici, nell’epica italiana e nei cicli carolingi e bretoni. Dedica spazio a inventariare le antropologie bizzarre dei popoli non umani dalle Amazzoni agli Elfi, dalle Sirene ai Troll – e le altrettanto bizzarre zoologie che dagli unicorni ai lupi affollano i generi. Approda all’epoca contemporanea ripercorrendo l’evoluzione dell’heroic fantasy e analizzando la fenomenologia del paranormale.

dubini_copertinaCon la cultura non si mangia – Paola Dubini, Idòla, casa editrice Laterza (€ 12,00 pagine 129)
Per chi lavora in ambiti culturali, per gli aspiranti scrittori, musicisti, pittori, per chi crede che i mestieri legati ad arte e cultura siano solo occupazioni marginali o passatempi per ricchi annoiati, Paola Dubini ci mostra, numeri alla mano, come invece la cultura sia necessaria, anzi fondamentale. Gli scettici si ricrederanno.
SINOSSI: La cultura non serve, interessa a pochi, non rende… Non è così. Paola Dubini lo dimostra in questo saggio con cifre, fatti e argomenti, a proposito di libri e di musei, di teatro e di cinema, di musica, arte e patrimonio storico. La cultura è parte della nostra vita come l’aria che respiriamo.

71ok1m5WiLLGiappone. Il ricettario – Nancy Singleton Hachisu, L’Ippocampo (€39,90 pagine 468)
Una guida completa in un formato elegante ed illustrato, perfetto come idea per gli amanti non solo del Giappone, ma anche della buona cucina, per chi vuole provare nuovi sapori da poter replicare anche a casa, o magari per un’esotica sfida tra i fornelli. Siamo sicuri che se lo regalerete sarà un successo.
SINOSSI: I piatti tipici della cucina giapponese – sushi, ramen e dolci – riscuotono ovunque un grande successo. Finalmente, grazie a questa straordinaria opera dell’acclamata scrittrice Nancy Singleton Hachisu, le specialità regionali e le preparazioni tradizionali dell’intero Arcipelago sono accessibili a tutti coloro che amano cucinare a casa propria. Attraverso le 400 ricette raccolte in questo volume, divise per portata in 15 capitoli, viene esplorata la cultura gastronomica di ogni area del Paese con zuppe, spaghetti, sott’aceto, piatti unici, dessert e molte ricette a base di verdure. E, infine, un capitolo dedicato agli chef annovera menu di famosi cuochi giapponesi che lavorano in tutto il mondo.

3135HeySLKL._SX317_BO1,204,203,200_.jpgThe Game – Alessandro Baricco, Einaudi (€ 18,00 pagine 325)
Baricco, come Murakami, non ha bisogno di troppi preamboli o elucubrazioni particolari. E’ lui, è Alessandro Baricco, uno dei migliori scrittori italiani viventi, nonchè personalmente uno dei nostri autori preferiti. Detto questo il tema è sicuramente d’attualità e coinvolge tutti: la rivoluzione digitale. Come ci ha influenzato, come ci influenzerà negli anni a venire? Spunti di riflessione mai scontati, espressi con maestria e sottile senso di osservazione. Un saggio da leggere tutto d’un fiato, un nuovo fiore letterario sbocciato nel già rigoglioso giardino di Baricco.
SINOSSI: Quella che stiamo vivendo non è solo una rivoluzione tecnologica fatta di nuovi oggetti, ma il risultato di un’insurrezione mentale. Chi l’ha innescata – dai pionieri di Internet all’inventore dell’iPhone – non aveva in mente un progetto preciso se non questo, affascinante e selvaggio: rendere impossibile la ripetizione di una tragedia come quella del Novecento. Niente più confini, niente più élite, niente più caste sacerdotali, politiche, intellettuali. Uno dei concetti più cari all’uomo analogico, la verità, diventa improvvisamente sfocato, mobile, instabile. I problemi sono tradotti in partite da vincere in un gioco per adulti-bambini. Perché questo è The Game.

8956395Malala, la mia battaglia per i diritti delle ragazze – Patricia McCormick, Malala Yousafzai, Garzanti (€ 12,00 pagine 150)
Si tratta della versione ridotta ed illustrata del famoso memoir di Malala Yousafzai, la più giovane vincitrice del premio Nobel. Ma Malala è prima di tutto una tranquilla ragazza del Pakistan che ha rischiato la vita per reclamare il suo diritto allo studio, in un paese, il suo, che tentava in tutti i modi di negarglielo. Per insegnare alle più giovani a lottare per i propri sogni ed i propri diritti senza mai arrendersi
SINOSSI: Questa nuova versione illustrata del bestseller «Io sono Malala» avvicina i lettori più giovani all’incredibile storia di un’adolescente che ha rischiato la vita per difendere il suo diritto di andare a scuola. Cresciuta in Pakistan nella valle dello Swat, quando i talebani hanno preso il controllo della sua regione e hanno proibito alle ragazze di studiare, Malala si è rifiutata di mettere a rischio la sua educazione. E il 9 ottobre 2012 viene per questo ferita al volto da un colpo di pistola esploso da un terrorista mentre era a bordo del bus che la riportava a casa dopo un giorno di lezione. Il libro segue il suo incredibile viaggio, dall’operazione che le ha salvato la vita all’ospedale di Birmingham fino al ricongiungimento con la sua famiglia in Inghilterra. Malala è il simbolo globale di una protesta pacifica e la più giovane vincitrice di sempre del premio Nobel per la pace. E la sua storia coraggiosa e la sua determinazione contro l’estremismo sono oggi più attuali che mai. Età di lettura: da 6 anni.

M.C.D.

I migliori eventi gratis di dicembre

 

Cari lettori,

eccoci arrivati alla fine di questo 2018 e vogliamo chiudere l’anno in bellezza, consigliandovi -tra un mercatino, un pranzo o una cena di auguri- qualche idea per trascorrere il vostro tempo libero all’insegna della cultura e senza metter mano al portafoglio. Ricordatevi che per rimanere aggiornati sui vari eventi sparsi per il Paese vi consigliamo di seguirci su Facebook dove pubblichiamo sempre news e curiosità, oppure Instagram.

Partite con noi alla ricerca di mostre ed eventi gratuiti in giro per l’Italia.

MILANO

Adorazione dei Magi di Perugino
Palazzo Marino, sala Alessi, piazza della Scala 2
Fino al 13/01/2019 – Dalle ore 9.00 alle 17,30 chiuso lunedì
Info Comune di Milano

dorazione dei Magi, Perugino, Galleria Nazionale dell'Umbria, PerugiaUndicesimo appuntamento natalizio, ormai tradizione per i cittadini milanesi e per tutti gli amanti dell’arte, quest’anno viene esposta presso la Sala Alessi di Palazzo Marino, l’Adorazione dei Magi di Pietro Vannucci, detto il Perugino, databile 1470-1473. Perugino, noto ed influente artista rinascimentale, maestro di Raffaello, pone le basi della sua innovazione in quest’opera giovanile, compromesso tra la staticità Tardo Gotica e le novità appresa dal Pollaiolo e da Leonardo. Promossa da Comune di Milano e Intesa Sanpaolo – partner istituzionale – con il sostegno di Rinascente, la mostra è coordinata da Palazzo Reale e realizzata insieme alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia, con il supporto del Comune di Perugia e della Regione Umbria, in collaborazione con le Gallerie d’Italia di piazza della Scala e organizzata con Civita. Nel quadro della collaborazione con la Regione Umbria, anche quest’anno il Comune di Milano ospiterà a Natale, come sempre nel cortile di Palazzo Marino, il presepe della tradizione umbra.

 

 

Vesperbild – Alle origini delle Pietà del Michelangelo
Sale dell’Ospedale Spagnolo, Castello Sforzesco – Piazza Castello
Fino al 13/01/2019 – Dalle ore 9.00 alle 17,30 chiuso lunedì
Info Castello Sforzesco

Pietro Vannucci Pietro Vannucci detto il Perugino, Pietà tra San Gerolamo e Santa Maria Maddalena, 1473 circa, Perugia, Galleria Nazionale dell’UmbriaLa mostra racconta la storia e le fortune del tema della Vesperbild (immagine del vespro) conosciuta in Italia come Pietà, dai primi arcaici esempi dell’arte nordica, fino ad arrivare alla Pietà michelangiolesca che lascerà un segno indelebile negli anni a venire. Le opere sono ventiquattro e provenienti dal Louvre, passando per il British Museum, Il Victoria and Albert Museum, il Liebieghaus di Francoforte e firmate da artisti come Cosmè Tura, Perugino, Michelangelo e per la prima volta la Pietà di Vittore Carpaccio.

 

 

La Lettura 360
Palazzo della Triennale, viale E. Alemagna 6
Fino al 9/12/2018 dalle 10,30 alle 20,30
Info La Triennale

Il percorso espositivo della mostra “La Lettura 360” illustra tutte le 360 copertine del settimanale del Corriere della Sera “La Lettura” pubblicate dal 13 novembre 2011 al 21 ottobre di quest’anno. Infatti da sempre le copertine del settimanale non sono solo mero ornamento editoriale, ma vere e proprie opere d’arte affidate ai talenti di Damien Hirst, Jan Fabre, Christo, Mimmo Paladino, solo per citarne alcuni. Curiosità di questo appuntamento in Triennale è il “Muro degli artisti”, una parete allora posta nella redazione di via Solferino, sulla quale ogni artista di passaggio lasciava un pensiero o una dedica, come fosse un rito.

 

Amelie von Wulffen, Ragazze dietro le sbarre
Giò Marconi, via Tadino 20
Fino al 19/01/2018 da martedì a sabato, dalle 11 alle 19
Info Giò Marconi

Wetterkanal (Canale meteo), 2017-2018 Oil on woodAmelie von Wulffen è qui alla sua seconda personale presso Giò Marconi e ci porta le sue ultime opere. Attraverso la pittura, sua tecnica favorita, l’artista ci catapulta nella quotidianità, fatta di serie tv, Internet, Netflix e gelati Magnum. Un mondo però dove la reatlà contamina la fantasia e viceversa. Amelie von Wulffen è davvero un’artista talentuosa da tenere d’occhio, che ha esposto al Moma a New York, al Centre Pompidou a Parigi, alla 50esima Biennale di Venezia.

 

VERONA

Tintoretto – Pombo, passione e giustizia
ARTantide, via Messedaglia 7
Fino al 15/01/2019 – Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 18,30 sabato e domenica su appuntamento chiamando il numero 045 8622389 o via mail all’indirizzo paolo.mozzo@artantide.com
Info ARTantide

Jorge Pombo, artista spagnolo di nascita, italiano di adozione, rende omaggio al Maestro rinascimentale a cinquecento anni dalla nascita con questo ciclo di venti opere. L’artista spagnolo riproduce fedelmente i classici, per poi sfumare la tela dall’alto con una colata di solvente, successivamente ricreando ombre e campiture di colore in un singolare effetto ottico. In questa condivisione di una realtà astratta tra Tintoretto e Pombo, in questa unione tra vecchio e nuovo, il visitatore può comprendere il senso vero dell’arte che supera i confini temporali in una tensione verso l’eterno. La mostra è in contemporane con l’esposizione a Venezia (Scuola Grande di San Rocco) dell’opera “La strage degli innocenti” a fianco dell’originale di Tintoretto. Per completezza d’informazione pubblico anche gli orari e alcune info sulla mostra veneziana: Venezia, Scuola Grande di San Rocco, San Polo 3052. Orari 9,30 – 17,30 tutti i giorni ad eccezione di Natale e Capodanno. La biglietteria chiude un’ora prima.

 

ROMA

La poetica tra astrazione e figurazione
Istituto Cervantes, Sala Dalì, piazza Navona 91
Fino al 12/01/2019 da mercoledì a sabato, dalle 16 alle 20
Info Istituto Cervantes

Esperanza Parada - Dia 2, 1969 L’arte spagnola degli anni ’50 e ’60 in mostra in Italia per la prima volta, dopo il successo di Mosca con ventiseimila visitatori. L’esposizione di trentaquattro opere illustra la voglia di cambiamento ed innovazione del mondo artistico spagnolo del dopoguerra. Le avanguardie dell’epoca erano divise in due correnti: “Realistas de Madrid” orientati all’arte figurativa e “El paso” amanti di una comunicazione visiva più informale. La collettiva che è composta da diciotto artisti come ad esempio Antonio Lopez, Maria Moreno, Manuel Rivera, pone l’accento sulla lotta per il riconoscimento dell’arte come valore nazionale in un clima oscuro ed avverso.

 

Roma fumettara. Una scuola di autori
Palazzo delle Esposizioni, Sala Fontana ingresso libero da via Milano 13
Fino al 06/01/2019 Domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 20, venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 22.30, lunedì chiuso. L’ingresso è consentito finoa d un’ora prima della chiusura.
Info Palazzo delle Esposizioni

Lillo - FabriziDall’importante e prestigiosa Scuola Romana dei Fumetti, nata nel 1993 e fucina di grandi talenti di comics, illustrazione e storytelling cinematografico, ecco un’esposizione che parla di Roma. Una Roma Capitale, quella del centro storico, la stessa città natale della Scuola che ha influenzato sotto molti aspetti. Un ritratto variopinto, ora malinconico ora ironico che vale la pena di essere ammirato.

 

 

 

 

 

Maria Cristina Dessì

 

I migliori eventi gratis di novembre

Cari Lettori,

torniamo con piacere con una rubrica che purtroppo per vari motivi abbiamo trascurato in questi ultimi mesi. E’ con gioia che vi segnaliamo i migliori eventi gratuiti di novembre. Da questo mese abbiamo tentato di scovare mostre a Bologna e Roma per accontentare un po’ tutti. Iniziate a segnarvi in agenda:

Musei gratis domenica 4 novembre 2018
info: www.beniculturali.it

Come ogni prima domenica del mese, i più importanti musei e monumenti sono visitabili gratuitamente.

MILANO

Hayaho Myazaki – Si alza il vento
Tehoa ,via Vigevano, 18 
04/11/2018 – Dalle ore 19.00
Info www.tenoha.it

Si-alza-il-vento

Proiezione del film di Hayaho Myazaki “Si alza il vento” presso Tenoha. Il locale è un ibrido tra un ristorante, spazio co-working e negozio, che si prefigge nei suoi 2500mq di esportare il Giappone contemporaneo a Milano.

Franco Fasoli Jaz memoria y recuerdo
Galleria Wunderkammern, via Ausonio 1
Dal 11/10/2018 al 07/11/2018
Info www.wunderkammern.net

UnBreveFestejo_LD-e1538226275177

Franco Fasoli è artista argentino, nome d’arte Jaz, uno dei primi artisti che passa dal Writing alla Street Art. Grazie alla sua formazione si dedica all’utilizzo di diversi materiali: dalla benzina allo spray, dalla carta al catrame. La sua è una riflessione sul contesto sociopolitico del paese natale, con l’utilizzo di un’iconografia appartenente alla cultura sudamericana. Qui alla Galleria Wunderkammern è alla sua prima esposizione in Italia.

Bookcity Milano
Castello Sforzesco, più diverse sedi
Dal 15/11/2018 al 18/11/2018, dalle ore 10.00 alle 22.00
Info www.bookcitymilano.it

sAdUw0zv_400x400

Manifestazione giunta alla settima edizione con il patrocinio del Comune di Milano, (ideata da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Alberto e Arnoldo Mondadori, Fondazione Umberto ed Elisabetta Mauri).
L’edizione di quest’anno, in seguito alla nomina di Milano come città della Letteratura da parte dell’Unesco, acquisisce un respiro internazionale ed ospita Dublino come città letteraria. In più gli organizzatori stanno contattando alcuni consolati stranieri per organizzare anche altri eventi. Tutti gli appuntamenti sono ancora da definirsi e verranno svelati in occasione della conferenza stampa del 16/10. Vi terremo comunque aggiornati. Nel frattempo se volete tenere sotto controllo le conversazioni social sull’evento: #BCM18

Oggetto Libro
Biblioteca Braidense, via Brera 28
Dal 07/11/2018 al 07/12/2018 dalle ore 10.00
Mediateca Santa Teresa 15.11/7.12.2018
Via della Moscova 29, Milano
Info www.braidense.it

download.jpg

Terza edizione del festival, unico al mondo, che mette a confronto libri di design di produzione industriale e libri d’artista, oggetti artigianali a tiratura limitata. Presso la Mediateca è possibile vedere i video dei volumi esposti in Braidense. Un esempio qui:
https://www.youtube.com/watch?v=mrYk2VczNp8

Giacomo Balla. Ricostruzione futurista dell’universo
Galleria Bottega Antica, via Manzoni 45
Dal 12/10/2018 al 02/12/2018
Info www.bottegantica.com

Slider-19

La Galleria Bottega Antica dedica a Giacomo Balla, torinese di nascita, ma romano d’adozione, questa rassegna curata da Fabio Benzi. La mostra illustra le opere di Balla con particolare riferimento alle arti applicate e all’arredamento, così futuriste e futuristiche da anticipare spesso il Design moderno.

CHIARI (BS)

Fiera della Microeditoria
Villa Mazzotti Biancinelli, via G.Mazzini, 39
Dal 02/11/2018 al 04/11/2018 dalle 10.00 alle 20.00
Info www.microeditoria.it

Microeditoria2017-142

Siamo affezionati a questo appuntamento perchè ce ne siamo occupati sin dagli albori di questo nostro modesto blog (vedi articolo Un sabato di libri a Chiari). La cornice della fiera è quella della Villa Mazzotti Biancinelli, una meravigliosa dimora edificata tra il 1911 e il 1916 secondo lo stile neo-Rinascimentale in voga nei primi del Novecento, con vetrate in stile Liberty. L’offerta delle case editrici partecipanti è di anno in anno molto interessante ed è sempre bello poter parlare faccia a faccia con l’editore o -meglio ancora- gli autori. Tema dell’edizione di quest’anno, è “il mestiere del libro”, che sarà l’argomento di diverse presentazioni, seminari ed esposizioni, tutte legate all’editoria: dalla tipografia, alla traduzione al “lavoro editoriale”. In abbinamento anche un concorso di critica letteraria.

BOLOGNA

Bologna una città nel cuore
Complesso del Baraccano, sala museale “E.Possati”
Dal 31/10/2018 al 25/11/2018
Info tel. 051392680, web

bologna-di-ivan-dimitrov-foto4.jpg

Lo scultore Ivan Dimitrov qui dedica ai portici di Bologna, candidati a diventare presto patrimonio Unesco, una serie completa dei suoi bassorilievi in ceramica. Vicoli sileziosi, angoli nascosti sono resi tridimensionali grazie all’alternanza di texture e alla combinazione di pittura e scultura.

ROMA

Lost in a fragile myth solo show by Ray Cesar
Dorothy Circus Gallery
via dei Pettinari 76 – 00186 Roma

Ray-Caesar-Flower-Garden.-One-of-a-kind-single-varnished

Un turbinio di creature fantastiche, scenari onirici, oggetti di favola, cristallizzati nell’arte digitale di Ray Cesar. I protagonisti di queste opere, così surreali da sembrare a volte inquietanti, sono il frutto dell’infanzia violata e violenta dell’autore

Speriamo di avervi dato soddisfacenti spunti per organizzare il vostro tempo libero all’insegna della cultura. Continuate a seguirci per gli appuntamenti dei prossimi mesi.
Non dimenticate che se fate parte di un’associazione culturale o volete segnalarci degli eventi, ci potete scrivere a sabbiature.blog@gmail.com 

MariaCristina Dessì

“Incantesimi nelle vie della memoria”

DSC_0291_2

Iniziano i primi freddi, le prime brume autunnali. Cosa c’è di meglio di una buona lettura nel tepore casalingo?

Pochi giorni fa ho avuto la gradita opportunità di leggere “Incantesimi nelle vie della memoria” di Giuseppe Gallato, Caravaggio Editore.

Fin dalle prime righe, trascinati nel regno di Valhen, si ha la sensazione di stare percorrendo le strade del fantasy. Catalogare quest’opera come fantasy però sarebbe riduttivo, perchè le dimensioni qui spaziano dal thriller all’horror, fino ad arrivare all’azione e allo sci-fi. I rimandi a S.King e Tolkien e -mi azzardo- alla pellicola “Matrix” sono concreti.

Racconto dopo racconto le atmosfere sono rarefatte, crepuscolari, un sogno ad occhi aperti da cui risvegliarsi talvolta con scene di suspence ed inseguimenti. Infatti la linfa vitale di cui si nutrono questi racconti sono le dicotomie sogno/realtà, quiete/caos, amore/morte, luce/oscurità, elementi contrastanti che si dividono per poi fondersi in un vortice di avvenimenti.

Personalmente sono rimasta colpita anche dall’utilizzo del lessico: basico ma non disadorno di metafore con una sintassi semplice e corretta. Lo stile è scorrevole e immediato e i ritmi, spesso incalzanti, sono quasi da blockbuster cinematografico.

Perchè vi consiglio di leggerlo? Perchè il fil rouge dell’opera è l’esplorazione delle profondità dell’abisso umano, perchè questa raccolta è la prova che non occorre attingere ad autori stranieri per passare una piacevole serata, perchè Gallato è un autore da tenere d’occhio e attendo speranzosa che pubblichi presto un nuovo scritto, magari un bel romanzo.

Ringrazio per la collaborazione Il Taccuino Ufficio Stampa (iltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com).

Maria Cristina Dessì